a cura di Girolamo Monaco, educatore
bionarrazione@virgilio.it - www.bionarrazione.jimdo.com

Calendario

Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 << < > >>
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

Avviso

25 Giu 2015 - 11:28:29

Lettere d'amore dal carcere


Sei bella come il giorno del mio fine pena, che ho desiderato tanto, e che non riesco più a descrivere.

Così oggi non ti vedo più. Dove sei?
Oggi ho fatto un colloquio dimmerda.

Dove sei che mi hai lasciato solo davanti al muro bianco di questa cella? Non ci sono più neanche le tue lettere a consolarmi.

Il mio cuore è di pietra, ma non mi interessa più.
Ti odio perchè mi hai lasciato.

Io mi sono perso dentro i tuoi occhi verdi, e i tuoi capelli ricci mi hanno riempito di paura.

Adesso vivo come un disperato, nel ricordo disperato dei tuoi abbracci, nel sogno impossibile del tuo ritorno, sotto il peso insopportabile di tutti i miei errori.

E' inutile scrivere questa lettera, che tu strapperai come s'io fossi maledetto.

Il tuo silenzio è la mia condanna più dura.


Admin · 496 visite · 0 commenti
Parole chiave (tag): Parole chiave (tag) amore Parole chiave (tag) carcere Parole chiave (tag) silenzio

Link permanente al messaggio intero

http://narrazioni.blogattivo.com/narrazioni-b1/Lettere-d-amore-dal-carcere-b1-p141.htm

Commenti

Niente Commento per questo post ancora...


Lascia un commento

Statuto dei nuovi commenti: Pubblicato





Il tuo URL sarà visualizzato.


Prego inserisci il codice contenuto nelle immagini


Testo del commento

Opzioni
   (Imposta il cookie per nome, email e url)